Windows 7, ecco la vulnerabilità critica

Arriva, a pochi giorni dal termine del periodo di aggiornamento di Windows 7, la prima falla critica che riguarda Internet Explorer 11, vecchio browser presente peraltro in tutti i sistemi operativi recenti di Microsoft, ivi compresi Windows 10 e Windows Server 2019.

Della insicurezza derivante dall’utilizzo di Explorer 11 avevamo già parlato; la falla è talmente grave che è sufficiente navigare (utilizzando IE11) su di un sito appositamente predisposto per attivare la vulnerabilità e perdere il controllo del PC.

Ad oggi, non esiste ancora una patch; ovviamente, essendo terminato il supporto di Microsoft a Windows 7, è piuttosto improbabile che, su Windows 7, tale falla venga rimossa; a meno che Microsoft ritenga critico doverlo fare, come nel precedente caso di Windows XP e la vulnerabilità EternalBlue.

Non utilizzate mai più Internet Explorer su nessun device; al suo posto consiglio Firefox.